Plus500 does not provide CFD services to residents of the United States. Visit our U.S. website at us.plus500.com.

Tipi di ETF: esplorazione delle tendenze del mercato degli ETF

Data di modifica: 04/02/2024

Non è un segreto che il mercato degli Exchange-Traded Fund (ETF) si sia rapidamente espanso, offrendo l'accesso a una vasta gamma di settori finanziari. Puoi saperne di più sul funzionamento degli ETF nel nostro articolo intitolato "Comprendere gli ETF: cos'è un ETF".

Di conseguenza, ci sono vari tipi di ETF di nicchia che i trader potrebbero trovare interessanti. Ecco i principali:

esplorazione delle tendenze del mercato degli ETF.

Tipi di ETF e loro caratteristiche

Esistono diversi tipi di ETF e i principali sono i seguenti:

ETF azionari

Gli ETF azionari riguardano un gruppo di azioni e consentono ai loro possessori di accedere a diversi tipi di società. Questo tipo di ETF può spaziare dai mercati emergenti (EM), che investono in azioni dei mercati emergenti, agli ETF Small Cap che investono in azioni a bassa capitalizzazione di mercato e agli ETF sanitari che investono in azioni sanitarie. Altri esempi di ETF azionari possono includere titoli di automobili elettriche, tra gli altri.

ETF indicizzati

Gli ETF indicizzati investono in indici come S&P 500, Nasdaq 100 (US-TECH 100)e il Vix Volatility Index. In altre parole, questo tipo di ETF imita i movimenti dell'indice sottostante. Questo tipo di ETF ha generalmente una volatilità inferiore rispetto ad altri tipi ed è più conveniente.

ETF settoriali

Gli ETF settoriali, come suggerisce il nome, investono in investimenti che provengono da uno specifico settore di mercato. Ciò, di conseguenza, consente agli investitori e ai trader di beneficiare potenzialmente dei movimenti di uno specifico mercatosenza dover negoziare o investire in singoli titoli o asset.

ETF obbligazionari

Gli ETF obbligazionari investono in obbligazioni che sono essenzialmente un prestito tra due parti, di solito l'investitore/mutuatario e il fornitore/emittente, poiché le obbligazioni sono parti negoziabili del debito di una società.

ETF su materie prime

Gli ETF sulle materie prime investono in materie prime, che sono materie prime o beni di base che possono essere estratti o raccolti.

Questo tipo di ETF può investire in metalli e materie prime agricole, tra gli altri tipi di materie prime.

Puoi saperne di più sul trading di materie prime nel video della nostra Guida per trader "Come negoziare materie prime con Plus500".

ETF valutari

Gli ETF valutari seguono l'andamento delle valute nazionali, fornendo così ai loro investitori un'esposizione al mercato Forex.

ETF fattoriali

Gli ETF fattoriali tengono traccia di determinati fattori di mercato o di un asset, come valore, qualità, volatilità e altro ancora, prendendno in considerazione aspetti finanziari come gli utili.

ETF sostenibili

Gli ETF sostenibili investono in un gruppo di società che promuovono la sostenibilità aderendo alle linee guida ESG (Environmental Social Governance). Leggi il nostro articolo "Cosa è l'ESG" per saperne di più sulle società ESG.

ETF alternativi (Alt ETF)

Gli ETF alternativi, o Alt ETF, investono in strategie o asset che vanno oltre l'ambito delle azioni tradizionali.

Ciò include l'adozione di strategie di hedge fund o la loro replica. Inoltre, gli Alt ETF investono in una vasta gamma di classi di asset, tra cui azioni, obbligazioni, materie prime o immobili. Questi ETF possono anche investire in strategie di gestione del rischio e persino in oggetti da collezione e antiquariato.

ETF sui mercati emergenti

Questo tipo di ETF investe nei mercati emergenti (EM), ovvero nelle azioni dei mercati dei Paesi in via di sviluppo.

Cosa caratterizza i mercati emergenti?

I mercati emergenti sono noti per la loro volatilità dovuta a fattori quali gli sviluppi geopolitici e il basso reddito pro capite. Di conseguenza, gli ETF sui mercati emergenti possono essere rischiosi a causa dell'instabilità dell'economia sottostante. Inoltre, questi tipi di mercati sono noti per essere meno trasparente rispetto a quelli dei Paesi sviluppati.

D'altra parte, sono anche riconosciuti per la loro attrattiva per gli investitori stranieri e per le politiche monetarie volte a stimolare la crescita economica; è da questi aspetti che deriva il loro potenziale. Pertanto, gli ETF sui mercati emergenti possono potenzialmente generare rendimenti elevati.

Esempi di Paesi emergenti

A partire dal 2024, i Paesi elencati come mercati emergenti includono Argentina, Bangladesh, Brasile, Bulgaria, Corea del Sud, Kuwait, Malesia, Mauritius, Cile, Cina, Colombia, Repubblica Ceca, Egitto, Grecia, Ungheria, Russia, Arabia Saudita, Sudafrica, Taiwan, Thailandia, Turchia, Ucraina, Emirati Arabi Uniti, India, Indonesia, Iran, Israele, Messico, Marocco, Nigeria, Oman, Pakistan, Perù, Filippine, Polonia Qatar, Romania, Venezuela e Vietnam.

Pro e contro degli ETF sui mercati emergenti (EM)

Vantaggi

  • Gli ETF sui mercati emergenti possono essere utilizzati per la diversificazione del portafoglio, in quanto forniscono esposizione ai Paesi emergenti e a diversi tipi di mercati.
  • Gli ETF sui mercati emergenti sono considerati più liquidi rispetto ad altri tipi di ETF.
  • Gli ETF sui mercati emergenti sono generalmente considerati meno dipendenti dai mercati statunitensi, proteggendo quindi gli investitori dalla possibile volatilità del mercato statunitense.

Svantaggi

  • Gli ETF sui mercati emergenti sono altamente volatili a causa dell'instabilità dei mercati emergenti.
  • Gli ETF sui mercati emergenti sono soggetti a rischi geopolitici, sociali e governativi e sono anche suscettibili alle fluttuazioni valutarie.
  • Gli ETF sui mercati emergenti possono essere accompagnati da rapporti di spesa più elevati.

Come negoziare gli ETF sui mercati emergenti (EM)?

Il trading di ETF sui mercati emergenti può essere svolto tramite iContratti per differenza (CFD) sugli ETF, con società come Plus500, che offrono CFD sugli ETF EM, tra cui iShares India 50 (INDY), iShares China (FXI)e iShares Korea (EWY).

I CFD consentono ai trader di accedere al trading con leva* e di speculare sui prezzi degli ETF sia al rialzo che al ribasso, con potenziali profitti o perdite in base alla differenza tra i prezzi di entrata e di uscita.

ETF ESG/ETF sostenibili

Gli ETF sostenibili o ETF ESG investono in azioni di società coinvolte nel mantenimento della sostenibilità, principalmente attraverso l'adesione ai valori di Environmental Social Governance (ESG).

Cosa significa governance sociale ambientale (ESG)?

L'ESG è un insieme di parametri di riferimento utilizzati per standardizzare le operazioni e i comportamenti di un'azienda. Ciò include fattori ambientali che valutano il modo in cui le aziende affrontano i problemi climatici e contribuiscono alla conservazione dell'ambiente, il modo in cui trattano i lavoratori e adempiono alle proprie responsabilità sociali e il modo in cui gestiscono la governance, inclusi aspetti quali pagamenti, audit, diritti degli azionisti e responsabilità di leadership.

Esempi di ETF ESG

  • ETF su azioni del settore EV
    Gli ETF sui Veicoli elettrici (EV) si riferiscono a fondi negoziati in borsa costituiti da azioni di società coinvolte nello sviluppo di veicoli elettrici. I veicoli elettrici si riferiscono ai veicoli che utilizzano l'elettricità nei loro motori. Alcuni esempi di ETF sui veicoli elettrici includono il Global X Lithium & Battery Tech ETF (LIT), che investe in batterie per veicoli elettrici, raffinerie, produttori e minatori di litio. Questi ETF monitorano aziende come Tesla (TSLA) e Panasonic (6752.TY).

  • ETF sulle energie alternative:
    L'energia pulita, altrimenti nota come energia alternativa, si riferisce all'energia generata da fonti diverse dai combustibili fossili e priva di emissioni di gas serra, a basso impatto per il clima.

    Di conseguenza, gli ETF sulle energie alternative investono su azioni di società eoliche e solari come General Electric (GE) e NextEra Energy (NEE). Tali ETF includono iShares Global Clean Energy ETF e Invesco Solar ETF.

Pro e contro degli ETF ESG

Vantaggi

  • Come altri tipi di ETF, gli ETF ESG possono essere utilizzati per la diversificazione del portafoglio, in quanto offrono esposizione a una miriade di società.
  • Gli ETF ESG possono essere interessanti per chi intende investire in società sostenibili, ampliando quindi potenzialmente gli sforzi in materia di sostenibilità.
  • Gli ETF ESG hanno commissioni più basse e una maggiore liquidità rispetto ad altri tipi di ETF.

Svantaggi

  • Gli ETF ESG comportano il rischio di greenwashing, il che significa che le aziende possono presentare informazioni errate sulle loro pratiche "green" o sostenibili.
  • Gli ETF ESG possono essere suscettibili a variazioni di interesse come tassi di interesse, cambiamenti economici e cambiamenti climatici, che li rendono volatili.

Come negoziare gli ETF ESG?

Puoi negoziare o investire in ETF ESG tramite i CFD sugli ESG ETF di Plus500 o acquistando o vendendo direttamente gli ETF in borsa.

Importanza dei fattori ESG nel mercato degli ETF

L'ESG svolge un ruolo fondamentale sia nel mercato più ampio che, in particolare, nel mercato degli ETF. Questa importanza deriva dal crescente numero di aziende che abbracciano i valori ESG e li integrano nelle loro operazioni. Il crescente interesse per i fattori ESG ne amplifica ulteriormente l'impatto, sottolineando la sua crescente importanza in vari settori.

ETF Multi-asset

Come suggerisce il nome, gli ETF Multi-Asset offrono esposizione a una vasta gamma di asset finanziari, che comprendono azioni, obbligazioni e varie classi di attività come l'ETF iShares High Growth ESG.

Pro e contro degli ETF multi-asset

Vantaggi

  • Gli ETF multi-asset possono essere utilizzati come strategia di diversificazione del rischio, poiché quest'ultimo può essere distribuito su vari asset.
  • Gli ETF multi-asset possono essere utilizzati per la diversificazione del portafoglio e l'esposizione a più mercati attraverso un unico ETF.

Svantaggi

  • Gli ETF multi-asset possono essere rischiosi e volatili a causa della loro natura diversificata.
  • I prezzi degli ETF multi-asset possono essere accompagnati da costi di transazione più elevati rispetto ad altri tipi di ETF.

I trader interessati al trading di ETF Multi-Asset possono aprire una posizione di acquisto o vendita dei CFD sugli ETF Multi-Asset con Plus500.

Crescita e analisi di mercato: il futuro degli ETF

Sebbene il futuro sia incerto, l'analisi complessiva suggerisce che il futuro degli ETF potrebbe essere promettente, con il settore statunitense degli ETF che dovrebbe raggiungere i 7,3 trilioni di dollari entro settembre 2023. Ciò riflette una sostanziale espansione rispetto ai 4,3 trilioni di dollari pre-pandemia.

Questa crescita è attribuita al crescente interesse degli ETF da parte di investitori e trader, dovuto alla loro efficacia in termini di costi, liquidità e diversificazione. Inoltre, sono considerati una forma di investimento "passivo", che richiede uno sforzo minimo, e anch'esso è una tendenza in aumento.

Domande frequenti

Come si sono evoluti gli ETF negli ultimi anni?

Nel corso degli anni, gli ETF si sono espansi in mercati di nicchia e hanno fornito l'accesso a una gamma più ampia di asset finanziari.

Quali sono le prospettive future per gli ETF?

Nel complesso, le prospettive future per gli ETF sono positive, poiché si prevede che investitori e trader continueranno a essere interessati all'appetibilità in termini di costi, alla liquidità e alla flessibilità degli ETF.

Cosa sono gli ETF tematici e perché sono popolari?

Gli ETF tematici forniscono esposizione a "temi" come l'energia pulita o la tecnologia. Questo tipo di ETF può attrarre chi è interessato a ottenere un'esposizione a più settori senza investire in più settori.

Che ruolo svolgono gli ETF in un portafoglio moderno?

Gli ETF offrono un'opportunità di investimento che include diversificazione, liquidità ed appetibilità in termini di costo.

*La leva finanziaria comporta rischi di perdita di capitale.

Serve aiuto?
Assistenza 24/7