Plus500 does not provide CFD services to residents of the United States. Visit our U.S. website at us.plus500.com.

Quali sono i principali fattori che guidano i prezzi delle materie prime?

Data di modifica: 06/08/2023

Il mercato delle materie prime, come altri settori del mercato, sperimenta instabilità ed è fortemente influenzato da molti fattori. Di conseguenza, in questo articolo controlleremo cosa influisce su questo settore del mercato e cosa controllare quando si fa trading di materie prime. Negli ultimi decenni, la crescita dell'economia globale ha stimolato anche la crescita del mercato delle materie prime. Grazie ai mercati finanziari sempre più accessibili, molti trader si sono rivolti ai mercati delle materie prime per cercare nuove opportunità di trading. Il mercato delle materie prime tende ad avere un'elevata volatilità, che può avere un effetto sulle strategie di trading utilizzate dal trader. Ci sono diversi fattori dietro l'alta volatilità del mercato delle materie prime; i fattori chiave includono l'offerta e la domanda di una commodity, i movimenti delle valute, la situazione geopolitica, le politiche governative e la crescita economica.

Una nuvola di parole su materie prime - offerta, domanda, movimenti delle valute e altro ancora.

Offerta e domanda

Poiché l'offerta e la domanda di materie prime cambiano in continuazione, anche il loro prezzo cambierà. La regola fondamentale è che i prezzi delle materie prime aumentano con l'aumentare della domanda. I prezzi aumentano anche quando si verifica un calo della fornitura complessiva o delle scorte di una commodity. D'altro canto, il prezzo scende di fronte alla diminuzione della domanda e all'aumento dell'offerta.

Per esempio nel 2020 con l'apparizione della pandemia di Coronavirus il mondo si è fermato quando un'ondata globale di lockdown ha tenuto a casa le persone. Con il passaggio a uno stile di vita casalingo, la domanda di benzina è crollata, e di conseguenza i prezzi del petrolio sono scesi. A un certo punto, il prezzo del del WTI si è fermato a soli $18 al barile il 20 aprile 2020.

Movimenti Valutari

Il prezzo delle materie prime è espresso generalmente in USD. Quando il valore dell'USD aumenta e diminuisce, così fa il prezzo delle materie prime. Per esempio, se l'USD ha un aumento netto in confronto con un paniere delle valute principali, come espresse nelle materie prime, questo può causare un calo dei prezzi delle materie prime come il petrolio greggio e altri prodotti energetici, metalli preziosi e agricoli. Di conseguenza è prudente tenere d'occhio anche il mercato del forex quando si prova a capire il più vasto mercato delle materie prime. Ciò nonostante, naturalmente, i mercati non funzionano sempre in modo così uniforme. Tuttavia, tali fattori esterni devono essere presi in considerazione quando si fa trading. Per esempio. il prezzo del dollaro USA influisce su materie prime come l'oro (XAU), poiché considerato che l'oro è un bene che ha un valore intrinsico, il suo valore può avere alti e bassi e quando il dollaro USA si rinforza in relazione ad altre valute, i prezzi dell'oro tendono a scendere in termini del dollaro. Inoltre, si dice che i prezzi di una materia prima e l'inflazione influiscono uno sull'altro.

Situazione geopolitica

Alcune materie prime sono prodotte in regioni che vivono una grande incertezza politica. Ad esempio, il petrolio greggio è in gran parte prodotto nei paesi del Medio Oriente. Ciò significa che il prezzo di Brent e WTI può essere fortemente influenzato dalle tensioni che si verificano storicamente in quella regione. Ad esempio, quando gli Stati Uniti impongono sanzioni economiche all'Iran, il prezzo del greggio viene generalmente scambiato in rialzo a causa del previsto taglio della fornitura di petrolio iraniano al mercato. Un altro chiaro esempio di questo è la guerra fra la Russia e l'Ucraina, cominciata in febbraio del 2022. Questa guerra ha chiaramente sconvolto il mercato delle materie prime, e secondo le Previsioni del Mercato delle Materie Prime della Banca Mondiale ha causato gravi sconvolgimenti nella produzione delle materie prime, soprattutto quelle esportate dalla Russia e l'Ucraina. La Russia è considerata uno dei più grandi esportatori di carbone, petrolio greggio, gas naturale, grano e alluminio, Di conseguenza le tensioni geopolitiche hanno causato sia una distruzione fisica delle produzione delle materie prime sul terreno appartenente all'area post-sovietica che una perturbazione degli scambi commerciali e dell'esportazione delle materie prime a causa delle sanzioni contro la Russia.

Crescita Economica

Anche la prosperità di un paese può influenzare il prezzo di una commodity. Questo accade perché la prosperità economica di un paese determina il potere d'acquisto della sua popolazione. L'effetto è più evidente se il paese in questione è un grande paese produttore o un grande utilizzatore di quel prodotto. Un buon esempio è il caso del Venezuela. Sebbene sia un importante paese petrolifero, il governo ha danneggiato l'industria petrolifera del paese a causa della mancanza di investimenti, della corruzione e della carenza di liquidità. Questo, a sua volta, ha paralizzato l'economia e causato iperinflazione. Inoltre, le sanzioni economiche imposte al Venezuela hanno ulteriormente limitato la produzione di petrolio, le esportazioni e le entrate del paese.

Madre Natura

Anche Madre Natura svolge un ruolo decisivo nel determinare i prezzi delle materie prime, specialmente nel settore agricolo. Un clima favorevole può comportare un raccolto eccezionale che porta all'eccesso di offerta di una commodity, mentre un clima avverso può comportare la distruzione di un raccolto, portando a una carenza nella fornitura di una materia prima al mercato. Le condizioni meteorologiche avverse possono anche influire sul prezzo dell'olio combustibile e del gas naturale sul mercato. Un periodo di freddo può comportare un aumento della domanda di prodotti energetici, che a sua volta spinge i prezzi verso l'alto. Per esempio in aprile 2021 il Brasile, uno dei Paesi principali per la produzione di caffè e mais, ha sofferto un'ondata di siccità seguita da gelo. Ovviamente, queste condizioni sfavorevoli del tempo hanno fatto salire fortemente i prezzi del caffè e del mais.

Costi di Trasporto e di Stoccaggio

Sebbene di solito non rappresentino un fattore importante, anche i costi di trasporto possono avere un ruolo nello spostamento dei prezzi delle materie prime. Ad esempio, le petroliere a volte raddoppiano come strutture di stoccaggio durante i periodi di eccesso di offerta. Quest'azione ha l'effetto di portare le petroliere disponibili fuori dal mercato dei trasporti, con conseguente aumento delle tariffe di spedizione.

In Conclusione

Come mostrato sopra, ci sono molti fattori che contribuiscono a determinare i prezzi delle materie prime. Alcuni di questi fattori, come le politiche del governo, sono prevedibili, mentre alcuni, come l'influenza di Madre Natura, sono imprevedibili. È importante familiarizzare con tutti i principali fattori come quelli sopra elencati in modo da essere preparati al meglio quando si fa trading sul mercato delle materie prime. Il trading di materie prime è ad alto rischio, quindi è importante utilizzare strategie di gestione del rischio e scegliere un fornitore affidabile e affermato come Plus500 che opera in modo professionale e in base a rigide linee guida normative. Fornitori come Plus500 offrono trading sulle materie prime grazie a una piattaforma online sotto forma di contratti per differenza (CFD).

Questo articolo contiene informazioni generali che non tengono conto delle circostanze personali.

Serve aiuto?
Assistenza 24/7