Quali sono gli indici che fanno registrare il maggior numero di transazioni?

Plus500 offre una vasta gamma di indici esclusivi che si basano sull’andamento delle principali società quotate in Borsa.

Trai più popolari indici di Plus500 puoi trovare:

  • US Tech 100 - Un paniere, basato sul NASDAQ 100, delle 100 princuipali aziende tecnologiche statunitensi.
  • Germania 30 - Si tratta di un indice che traccia l’andamento delle 30 migliori società in Germania per quanto riguarda il volume e la capitalizzazione di mercato.
  • USA500 - Un indice che segue il movimento dell'S&P 500.
  • Indice di titoli di cannabis - Il BGCANG traccia l’andamento delle principali società che appartengono al settore della cannabis.
  • Indice di volatilità VIX - Basato sull’indice di paura del CBOE, si tratta di un indice che segue i contratti future del S&P 500, generalmente utilizzato per prevedere la volatilità e la fiducia dei trader.
  • Cripto 101 - Segue e traccia le prestazioni, come riportate da BITA DATA, delle 10 principali criptovalute presenti sul mercato tra cui i Bitcoin, gli Ethereum e altre valute.

Gli indici esclusivi di Plus500

Alcuni tra gli indici più popolari e conosciuti nel mercati tradizionali sono degli strumenti utilizzati per seguire l’economia di un Paese, ma ci sono anche degli indici specifici che tracciano i progressi e gli andamenti di un settore industriale specifico, ad esempio le telecomunicazioni, il settore tecnologico, quello della cannabis o l'andamento delle criptovalute.

Telefoni cellulari e schermo trading

Plus500 offre indici esclusivi dedicati a un settore industriale. Questi indici sono calcolati utilizzando dati in tempo reale e sono in grado di fornire agli investitori valutazioni sempre aggiornate.

Questi indici includono:

  • Indice di titoli di cannabis - Il BGCANG segue l’andamento delle principali società che appartengono al settore della cannabis.
  • Indice Cripto 10 1 - Segue e traccia le prestazioni, come riportate da BITA DATA, delle 10 principali criptovalute presenti sul mercato tra cui i Bitcoin, gli Ethereum e altre valute.
  • Indice di Litio e Batteria - Segue le 15 principali società statunitensi produttrici di litio e metalli per batterie.
  • Indice dei giganti del settore immobiliare - Segue le 30 principali società quotate in borsa in Nord America che operano nel settore immobiliare.

Oltre a poter fare trading, gli investitori hanno la possibilità di seguire gli esclusivi indici di Plus500 per avere una panoramica più ampia per quanto riguarda gli andamenti e le fluttuazioni di questi settori.

Il mercato offre delle opportunità di trading indipendentemente dalla direzione in cui si muove. Gli investitori più esperti utilizzano tutti gli strumenti che hanno a loro disposizione per comprendere i mercati e per provare a prevedere le tendenze future.

Schermo desktop con Indice dei giganti del settore immobiliare.

Indici azionari nei mercati finanziari

Gli indici azionari sono un insieme di azioni di società quotate in Borsa che permettono agli investitori di avere un’idea di come si stia comportando un mercato o un determinato settore. Plus500 offre ai suoi clienti l’opportunità di fare operazioni di trading sull’andamento di alcuni dei principali indici senza il bisogno di dover acquistare il bene sottostante.

Esistono delle differenze tra i mercati tradizionali e il trading utilizzando i CFD. Nel caso dei mercati tradizionali i fondi dedicati a un mercato intero solitamente si uniscono tra loro per creare dei fondi di investimento comuni. Questi fondi offrono una crescita lenta e qualsiasi operazione potrebbe essere conclusa con il pagamento di una commissione, oltre a dover rispettare dei vincoli su come e quando è possibile vendere le azioni. Inoltre, tutte le compravendite sono completate alla fine di una giornata di contrattazioni e questo significa che un'operazione effettuata in mattinata potrà essere completata solamente al momento della chiusura del mercato utilizzando il nuovo prezzo.

Al contrario, le operazioni di trading con i CFD possono essere chiuse in qualsiasi momento durante gli orari di negoziazione. E come se non bastasse i trader possono anche sfruttare le proprie abilità di previsione ottenendo profitti anche quando il valore di un indice cala, questo grazie al fatto che il trading con i CFD permette di aprire anche posizioni di vendita. Tuttavia è bene ricordarsi che le operazione di trading con i CFD comportano un certo livello di rischio e i trader possono subire delle pesanti perdite. Quando si fanno operazione di trading, i trader non posseggono il sottostante su cui stanno investendo.

Cosa bisogna considerare quando si sceglie un indice

Gli indici sono strumenti unici utilizzati per il trading, questo perché le fluttuazioni dei loro valori sono influenzate direttamente dai cali e dai rialzi di altri strumenti. E proprio come quando i trader effettuano ricerche riguardo le fluttuazioni delle azioni e di altre commodity, è importante considerare bene tutti i fattori che potrebbero causare l’andamento positivo o negativo di un indice, compresi quelli riguardanti le società e i settori che fanno parte dell’indice.

Tra i fattori che possono influenzare un indice bisogna tenere presente eventi politici, le sensazioni dei trader e i rapporti sulla disoccupazione, ma ovviamente non bisogna limitarci a questi aspetti. Questi sono fattori che possono influenzare l’andamento di un indice in una direzione ben precisa, quindi anche se l’azienda principale dell’indice mostra un rialzo il valore dell’indice potrebbe calare a causa dell'andamento delle altre società che compongono l’indice.

1 L'offerta di prodotti è soggetta all’operatore.
Assistenza 24/7
Serve aiuto?
Assistenza 24/7