Menu

Cosa significa una variazione di prezzo EUR/USD?

EUR/USD è la coppia di valute più scambiata al mondo ed è un modo per confrontare le economie degli Stati Uniti e dell'Eurozona. Ci sono diversi fattori che possono influenzare il tasso EUR/USD e i suoi movimenti. Vediamo come i trader leggono e calcolano le variazioni di prezzo di EUR/USD per pianificare le loro posizioni Forex in modo più accurato.

Il tasso di cambio EUR/USD (EURUSD) riflette il numero di dollari che servono per comprare un euro. Come per la maggior parte delle coppie di valute, il prezzo EUR/USD è soggetto a fluttuazioni. Questo significa che cambia costantemente, cinque giorni alla settimana, 24 ore al giorno, in reazione alle ultime condizioni di mercato. Il mercato Forex OTC ha il più alto numero di ore di trading eccetto quello delle criptovalute. La sua alta liquidità è uno dei motivi per cui il Forex è il più grande mercato del mondo e perché è attraente per così tanti trader, dato che nessuna singola banca può controllare i movimenti delle diverse coppie di valute.

Il valore della coppia EUR/USD è influenzato da diversi fattori, tra cui le forze e le debolezze relative di entrambe le economie sottostanti, gli eventi geopolitici ed economici e le azioni governative adottate per proteggere l'euro o il dollaro. I trader possono utilizzare le variazioni di prezzo della coppia EUR/USD per speculare sui trend che influenzano il tasso della coppia forex, in modo positivo o negativo. I trader possono anche trarre vantaggio dall'arbitraggio operando con la coppia EUR/USD, perché in diverse aree del mondo si possono scambiare le valute a differenti tassi di cambio a seconda di dove ci si trova.

Pagina web di EUR/USD su computer.

Prezzi illustrativi.

Perché i pip sono importanti nelle variazioni di prezzo di EUR/USD?

Nella coppia forex EUR/USD, le variazioni di prezzo sono misurate in pip che rappresentano la quarta posizione decimale che può essere misurata in una coppia Forex. Alcuni broker come Plus500 permettono ai trader di visualizzare anche movimenti di pip frazionati, chiamati "pipette". Le pipette rappresentano il quinto posto decimale nella coppia Forex EUR/USD.

Il valore di un pip dipende dalla dimensione del tuo lotto e dalla denominazione del tuo conto. Un lotto standard è di 100.000 unità della valuta base della coppia FX e un mini lotto è di 10.000 unità della valuta base. Quindi, un pip in un lotto standard EUR/USD quando il tuo conto è denominato in USD è uguale a $10, mentre un pip in un mini lotto EUR/USD è uguale a $1. Alcune piattaforme come Plus500 offrono micro lotti che consistono di 1.000 unità della valuta base. In questo caso, un pip vale 10 centesimi.

Se il tuo conto è denominato in EUR, dovresti trovare il valore del pip dividendo il tasso di pip fisso originale per il tasso di cambio corrente. Per esempio, poniamo il caso che il tasso EUR/USD sia 1,21160 e il tasso fisso per un pip denominato in USD (se il tuo conto è un mini lotto) sia $1. Quindi, dovresti dividere $1 per 1,21160 per ottenere il valore del pip denominato in euro di 0,83 EUR.

I trader dovrebbero essere in grado di calcolare i movimenti di pip per diverse ragioni. Uno scopo di questo calcolo è quello di capire la differenza tra il prezzo di acquisto e il prezzo di vendita della coppia EUR/USD. Questa differenza viene anche chiamata "spread".

Lo spread può cambiare continuamente e reagisce a fattori come le condizioni di mercato, l'ora del giorno e il numero di persone interessate a comprare o vendere la coppia di valute EUR/USD. I trader potrebbero voler scegliere fornitori di CFD che mantengono lo spread il più basso possibile per aumentare le loro possibilità di profitto. Pertanto, prestano attenzione ai movimenti di pip durante la giornata.

I trader utilizzano i movimenti di pip anche per determinare quanto è cambiato il prezzo della coppia dopo aver aperto una posizione. Questo importo rappresenterà il profitto o la perdita della posizione. Per esempio, se si apre una posizione long su EUR/USD e la si chiude a un tasso più alto, si otterrà un profitto pari alla differenza tra il tasso di apertura e quello di chiusura e se si chiude la posizione a un tasso più basso, la perdita sarà pari alla differenza tra il tasso di apertura e quello di chiusura. Allo stesso modo, se si apre una posizione short su EUR/USD, si otterrà un profitto se il prezzo di chiusura sarà inferiore a quello di apertura, e si subirà una perdita se il prezzo di chiusura sarà superiore a quello di apertura. Inoltre, è importante essere in grado di calcolare i movimenti in pip che permettono al trader di determinare l'esatto importo da rischiare e/o il rendimento atteso utilizzando i relativi strumenti di gestione del rischio (stop loss/take profit).

I trader che cercano un'esposizione al solo dollaro, invece che sia al dollaro che all'euro, possono prendere in considerazione il U.S. Dollar Index, che misura il dollaro contro un paniere delle principali valute mondiali invece che contro una singola valuta.

Serve aiuto?
Assistenza 24/7